L’altra metà del libro: La lettura e il sogno in streaming

Nottetempo invitandovi al Festival dedicato a quelli che leggono “scommette su un sogno” come l’ha definito Luca Borzani, presidente della Fondazione Cultura di Genova: Apre i battenti il festival di letteratura organizzato da Alberto Manguel. Segui L’altra metà del libro -La lettura e il sogno in STREAMING.  Il programma di oggi Venerdì 16 novembre prevede:

  • ore 9.30 Salone del Maggior Consiglio
    Come un romanzo di Daniel Pennac
    Conferenza spettacolo con Giorgio Scaramuzzino
    In collaborazione con Teatro dell’Archivolto
  • ore 10.30 Salone del Maggior Consiglio
    Daniel Pennac
    con Giorgio Gallione
  • ore 16.00 Sala del Munizionere
    BABEL Festival di editoria, musica e persone indipendenti
    Alice Banfi e Oreste Pivetta
    Alice Banfi torna a indagare negli spazi della mente di pazzi, outsiders e freaks con Sottovuoto. Insieme a lei Oreste Pivetta presenta Franco Basaglia, il dottore dei matti
  • ore 17.00 Sala del Munizionere
    BABEL Festival di editoria, musica e persone indipendenti
    Vasile Ernu
    Reading di uno dei più famosi autori rumeni viventi
  • ore 17.00 Scalone
    Il Sogno di Antonio Omaggio ad Antonio Tabucchi
    Ideazione Guido Festinese
    immagini Gianni Ansaldi
    sonorizzazione e performance Pietro Leveratto
  • ore 18.00 Salone del Maggior Consiglio
    Alberto Manguel
  • ore 20.45 Salone del Maggior Consiglio
    La vida es sueño da Calderón de la Barca
    Compañía de Tirititeros de la Universidad Nacional de San Martín (Argentina)
  • ore 22.00 Sala del Munizionere
    BABEL Festival di editoria, musica e persone indipendenti
    Gianni Miraglia
    Reading
  • ore 22.30 Sala del Munizionere
    BABEL Festival di editoria, musica e persone indipendenti
    Alessandro Raina | Amor Fou
    Live e reading
  • ore 23.30 Sala del Munizionere
    BABEL Festival di editoria, musica e persone indipendenti
    Il pan del diavolo
    Live
    Scarica l’intero programma in pdf
Annunci

Autore: RADIO 100 passi Community Genova

Aristotele scrisse: “Gli uomini, all’inizio come adesso, hanno preso lo spunto per filosofare dalla meraviglia (thauma), poiché dapprincipio essi si stupivano dei fenomeni più semplici e di cui essi non sapevano rendersi conto, e poi, procedendo a poco a poco, si trovarono di fronte a problemi più complessi, come i fenomeni riguardanti la Luna, il Sole, le stelle e l’origine dell’universo”. Il mio non è un filosofare ma un continuare a meravigliarsi “thaumazein” .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...