Nottetempo tra storia e mistero: Le notti della Storia

John Heartfield
1934

L’immagine che potete osservare a lato è dell’artista tedesco John Heartfield dal titolo “Come nel Medioevo così nel terzo Reich”. Con la tecnica del fotomontaggio Heartfield mette a confronto un bassorilievo di una vecchia chiesa tedesca raffigurante una scena di supplizio e l’immagine di un uomo torturato dalla svastica.

Nottetempo su RadioLibriamociWeb ha raccontato alcune delle notti più inquietanti della storia: Dalla notte dei lunghi coltelli a quella dei cristalli ed indietro nel tempo attraverso le ombre oscure della notte dei templari .

Ascolta il podcast “le notti della storia”  QUI insieme a tutte le altre puntate del 2012

Suggerimento d’ascolto: Mordechaj Gebirtig “Undzer shtetk brennt”La nostra città brucia

LA NOSTRA CITTA’ BRUCIA
Al fuoco, fratelli, al fuoco!
La nostra povera città è in fiamme!
Un vento furioso e maledetto
sibilando alimenta il rogo.
Tutto intorno brucia.
E voi ve ne state a guardare
con le braccia conserte,
e voi ve ne state a guardare
La nostra piccola città che brucia.
Al fuoco, fratelli, al fuoco!
La nostra povera città è in fiamme!
Gigantesche lingue di fuoco
lambiscono ingorde ogni cosa.
Tutto intorno brucia.
E voi ve ne state a guardare…
Al fuoco, fratelli, al fuoco!
Il futuro forse ha in serbo per noi
la stessa sorte di questa città;
non vi saranno altri testimoni
che i muri anneriti, e il vuoto.
E voi ve ne state a guardare…
Al fuoco, fratelli, al fuoco!
La salvezza è solo in noi stessi;
se questa città vi è cara,
mano agli attrezzi, spegnete il fuoco,
spegnetelo con il sangue!
Non restate, fratelli, a guardare
con le braccia conserte;
non restatevene così, fratelli, spegnete il fuoco
perché è la nostra città che sta bruciando

Ascolta i podcast di tutte le puntate de : ” LE NOTTI DELLA STORIA”

Annunci

Autore: RADIO 100 passi Community Genova

Aristotele scrisse: “Gli uomini, all’inizio come adesso, hanno preso lo spunto per filosofare dalla meraviglia (thauma), poiché dapprincipio essi si stupivano dei fenomeni più semplici e di cui essi non sapevano rendersi conto, e poi, procedendo a poco a poco, si trovarono di fronte a problemi più complessi, come i fenomeni riguardanti la Luna, il Sole, le stelle e l’origine dell’universo”. Il mio non è un filosofare ma un continuare a meravigliarsi “thaumazein” .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...