Nel dentro, nel fuori, nei sogni

Francesca BellatiNella Sala del Giardino del Museoteatro della Commenda di Prè Giovedì 28 novembre, alle ore 17.00, sarà inaugurata la mostra di pittura Nel dentro, nel fuori, nei sogni, organizzata dall’artista Francesca Bellati, in collaborazione con Mu.MA e Consorzio Sol.co Liguria.

Verranno mostrate dieci pitture ad olio,  con  inserzioni digitali o grafiche, sull’estetica di  Genova  tra antico e moderno. Particolari di ambienti interni ed esterni della città, un chiosco,  un portone, una volta di una chiesa, un negozio di vestiti cinesi, un paesaggio. Figure umane e scenari quotidiani rappresentati con il gioco di contrasti tra il naturale e l’artificiale, che appaiono come  sogni e promuovono le bellezze di Genova.

Francesca Bellati è nata a Genova nel 1977 dove vive ed opera utilizzando la pittura come mezzo d’indagine sull’anima dell’uomo.

L’artista si affida alla linea: il tratto teso – e contemporaneamente fluido, interiorizzato – scorre rapido nel fissare i tratti essenziali di un corpo o di un’espressione particolare di un viso.(testo estrapolato dalla critica di Luca Bochicchio).

Partecipa a varie collettive in Italia e all’estero, ed espone in varie galleria d’arte tra le quali Chrämerhuus Galerie, Langenthal in Svizzera, Studio 44 di Genova.

 

Nottetempo is licensed under a Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported License

Diventa creativo,  tutelati e condividi : nottetempoblog@gmail.com

Per gentile concessione dell’artista, pubblichiamo alcuni dipinti esposti in precedenti mostre.

Annunci

Autore: RADIO 100 passi Community Genova

Aristotele scrisse: “Gli uomini, all’inizio come adesso, hanno preso lo spunto per filosofare dalla meraviglia (thauma), poiché dapprincipio essi si stupivano dei fenomeni più semplici e di cui essi non sapevano rendersi conto, e poi, procedendo a poco a poco, si trovarono di fronte a problemi più complessi, come i fenomeni riguardanti la Luna, il Sole, le stelle e l’origine dell’universo”. Il mio non è un filosofare ma un continuare a meravigliarsi “thaumazein” .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...